cent’anni di storia si sono
fatti autocoscienza

N el 1921 Regina, maestra del ricamo, è venuta ad abitare con la sua famiglia nella grande casa di corte che è ancora la sede dell’azienda. Da allora, grazie al suo sapere e alle mani delle sue allieve, la produzione di ricami e biancheria non si è mai interrotta.

Nel 1969 è nato il marchio Anna Monti, con il quale una nuova generazione ha coltivato il mercato locale, mentre raggiungeva – in altra sede e sotto il nome di Ricamificio Colombo – una dimensione industriale.

In questa duplice realtà è cresciuta Maria Pia, nipote della fondatrice, che ha assunto la direzione dell’azienda nel 2007.

È stato allora che i quasi cent’anni di storia si sono fatti autocoscienza, ridefinendo ancora una volta il profilo aziendale. Oggi Anna Monti è un laboratorio in cui il linguaggio tessile è libero di esprimersi. Qui un’intuizione può nascere ed essere sviluppata per ciò che è davvero, perché passa dalle mani di artigiani che parlano la sua stessa lingua.

Ricamare sulla carta, sulla pelle, dare profondità alle superfici con diversi tipi di taglio: la passione che sperimenta e dialoga incarna, come già una volta nella bottega-scuola della fondatrice, l’alto valore sociale del fare impresa in un territorio, la Brianza, produttivamente orientato altrove.

Oggi Anna Monti è un laboratorio in cui il linguaggio tessile è libero di esprimersi.

Oggi Anna Monti è un laboratorio in cui il linguaggio tessile è libero di esprimersi.